Categoria: Articoli di D. Consales
Appunti di viaggio sardi 08:41 - 6 Maggio 2024


Appunti di viaggio dopo Cagliari-Lecce 1-1

Domenica di Maggio. Solo in Sardegna sembra davvero estate piena. La vicinissima spiaggia del Poetto invita i tifosi leccesi a prendersi un momento di balneare relax prima e dopo una sfida infuocata come l’aria. Il piccolo spicchio del Sant’Elia quasi non li contiene (ma si può avere un settore ospiti da 400 persone in serie A?). Il piccolo spicchio del Sant’Elia quasi non contiene alla fine l’esultanza per la spiaggia della salvezza vicina. Vicinissima. Come il Poetto.

Stendiamo una maglia pietosa sulla maglia celebrativa del Cagliari.

Gotti aveva previsto tutto. Se si riascolta la sua conferenza stampa si ha la sensazione che il tecnico leccese abbia visto in anticipo i novanta minuti sardi. Parla di pochi tatticismi. Parla di irruenza dei padroni di casa. Parla di sanzioni disciplinari capaci di dare una direzione alla gara. Parla del Lecce che dovrà più volte cambiare pelle e marcia per cercare di vincere la gara. Il veggente Gotti.

Si è giocato poco al Sant’Elia. Quasi niente nel secondo tempo. L’emblema della gara sono alcuni giocatori del Lecce che si avvicinano a mister Ranieri per dirgli che non si può giocare in questo modo. E lui che sorride, comprende, allarga le braccia e dice qualcosa del tipo “dobbiamo provarle tutte”. Ma è innegabile che a quel tutto c’è un limite. Simulazioni, sceneggiate, messinscene, giocatori che consigliano ai raccattapalle di diventare nascondipalle. A tutto c’è un limite e i sardi lo oltrepassano. Tanto che quando il Lecce pareggia e sfiora la vittoria, con due clamorosi pali, sembra davvero una equa punizione divina.

I giallorossi fanno un ulteriore passo verso una salvezza che, forse, è già acquisita. Gotti continua la sua scia (ha perso solo una gara su 7) mutando e trasformando il Lecce gara dopo gara. E nei minuti stessi delle stesse gare. Con sagacia tattica che avrà apprezzato anche Sir Ranieri. Attendiamo il risultato di Udinese-Napoli per capire cosa mettere ancora sul piatto della bilancia. Che proprio nella prossima sfida contro i friulani potrebbe pendere verso il traguardo. Vicinissimo. Come il Poetto.





scritto da Diego Consales- Caporedattore leccesidentro.it

Tutti i diritti relativi ai testi pubblicati dai collaboratori e moderatori del sito appartengono al sito stesso. E' consentita - senza necessità  di autorizzazione - la riproduzione e la citazione con l'obbligo dell'indicazione della fonte, compreso l'autore del testo. Per tutte le altre utilizzazioni, è indispensabile una richiesta di autorizzazione inviando una mail allo Staff di LD

Visite: 197 | Stampa: 7 | Voti: 36% (11 tot.)
Aggiungi un segnalibro a questa pagina Vota Referer di questa pagina Segnala un errore al webmaster