Categoria: Articoli di D. Consales
Appunti di viaggio bolognesi 08:49 - 12 Febbraio 2024


Appunti di viaggio sparsi dopo Bologna-Lecce 4-0

A Bologna tutto scorre come sempre, solo un po’ più lentamente. Si circola in città rigorosamente a 30 all’ora… E solo i due bus di Bologna e Lecce sembrano avere il permesso di arrivare allo stadio Dall’Ara sfrecciando sulle corsie a velocità che in confronto sembrano siderali. Dentro lo stadio bolognese i tifosi giallorossi non sono certo ottimisti: si sente parlare solo di corsi e ricorsi storici di disfatte e ridisfatte. Il vice-presidente Liguori si presenta sotto la curva rincuorando i presenti e assicurando che la grinta non mancherà. Come se bastasse quella, contro i corsi e i ricorsi.

A Bologna non c’è stata partita. Senza tante elucubrazioni tattico-filosofiche. Il Bologna in questo momento è una squadra in momento di estasi, con meccanismi perfetti che la fanno sembrare comandata con il joystick. Non puoi toglierle il gioco, puoi cercare di toglierle fiducia. Ma se prendi gol dopo 5 minuti e sbagli quello del pareggio a porta praticamente vuota non la sfiduci di certo. A questo aggiungi che i giallorossi ieri sembravano reduci da una scorpacciata a pranzo di tortellini con la panna. Senza tante elucubrazioni filosofico-tattiche l’impressione è stata quella di avere davanti un avversario più forte in tutto (come più della metà degli avversari della serie A, sia ben inteso) ma contro cui davvero D’Aversa non ha trovato la minima contromossa e il minimo episodio su cui poggiare la prestazione. Sulla destra senza Gendrey sembrava esserci una voragine. E questa volta Falcone non ha fatto il muro ma il muretto. E intorno tutti a 30 all’ora…

Considerazione sugli esterni: Banda sembra ancora accusare il jet lag della Coppa d’Africa, Sansone è una arma da ultimi minuti di partita, Pierotti ancora non lo abbiamo nemmeno visto (tranne quella pseuso-apparizione allo pseudo-esordio) e questo già la dice lunga. Cedere Strefezza continuo a dire che non sia stata una operazione ingegnosa.

Pochi giorni per smaltire la botta. Venerdì già si torna. E ancora in trasferta a Torino (ore 19). Senza limiti di velocità da rispettare e senza tortellini da digerire. Almeno questo.




scritto da Diego Consales- Caporedattore leccesidentro.it

Tutti i diritti relativi ai testi pubblicati dai collaboratori e moderatori del sito appartengono al sito stesso. E' consentita - senza necessità  di autorizzazione - la riproduzione e la citazione con l'obbligo dell'indicazione della fonte, compreso l'autore del testo. Per tutte le altre utilizzazioni, è indispensabile una richiesta di autorizzazione inviando una mail allo Staff di LD
Visite: 146 | Stampa: 2 | Voti: 50% (4 tot.)
Aggiungi un segnalibro a questa pagina Vota Referer di questa pagina Segnala un errore al webmaster