Leccesidentro News
Stampa Stampa Nascondi immagini Nascondi immagini Mostra immagini Mostra immagini Torna al record Indietro
[Versione per la stampa]
Categoria: Articoli di D. Consales
Appunti sparti post-Juve 08:54 - 22 Gennaio 2024


Appunti sparsi dopo Lecce-Juventus (0-3)

Un vento gelido sferza i 30mila che affollano il Via del Mare. C’è l’orgoglio che arde per queste grandi sfide contro le grandi. Ci sono i soliti “doppiofedisti” che ardono di incoerenza.

Il Lecce ripete un copione che sta diventando pericolosamente monotono. Regge l’impatto con i bianconeri per 60 minuti. Li controlla. Li impaurisce senza mai però arrivare ad un gol il cui ricordo si perde nei lontani ricordi del girone di andata. Quando viene colpito non ha forza e armi per rialzarsi. E soccombe. Dicendosi per l’ennesima volta che poteva andare diversamente “se...” E poi “se….” E ancora “se…”.

E’ tempo che sia fatta chiarezza sulla situazione di Strefezza. Capitano e leader sorridente. A cui stanno facendo perdere la fascia e il sorriso. Ieri non ha giocato un misero minuto e ha visto entrare in campo chiunque. Compreso un Pierotti arrivato poche ore prima e con ancora le valigie in mano (uno degli esordi più orribili a nostra memoria il suo). Nessuno chiede a tecnico e/o DS. Nessuno quindi risponde. E un Lecce che non segna perde in campo il suo migliore giocatore offensivo. Tutto paradossale. E nei suoi confronti deprecabile.

Krstovic non ritrova il gol. Ma mette in costante ansia un difensore come Bremer. Sgomita, lotta, salva un gol (!) e prova a colpire. Ma tutto da solo. Davvero da solo. Senza che in aiuto abbia le scorribande di Banda (assente giustificato), le accelerazioni di Almquist (egoista ingiustificato) e la balistica di Strefezza (vedi sopra).

La classifica non era facilmente migliorabile contro la Juve. Ed è peggiorata inevitabilmente in un turno che ha visto pericolosi risvegli come quelli di Empoli e Frosinone. Solo la Salernitana, ferma a 12 punti, sembra davvero matematicamente in affanno. Gli altri sgomitano tutti. E sgomiteranno tutti. Compreso un Empoli resuscitato da Nicola e un Verona che pur perde un pezzo al giorno. Il nostro margine di sicurezza si è perso in mezzo ai nostri “se…”. In questo momento siamo incompiuti e involuti. D’Aversa e Corvino devono dare risposte e trovare soluzione. Per ritrovare la retta via. Già domenica in quel di Genova.





scritto da Diego Consales- Caporedattore leccesidentro.it

Tutti i diritti relativi ai testi pubblicati dai collaboratori e moderatori del sito appartengono al sito stesso. E' consentita - senza necessità  di autorizzazione - la riproduzione e la citazione con l'obbligo dell'indicazione della fonte, compreso l'autore del testo. Per tutte le altre utilizzazioni, è indispensabile una richiesta di autorizzazione inviando una mail allo Staff di LD



Visite: 165 | Stampa: 4 | Voti: 62% (8 tot.)
Pagina proveniente dal sito https://www.leccesidentro.it/news