Categoria: Articoli di D. Consales
Taccuino post-SPAL e testa al Vicenza 10:14 - 23 Dicembre 2020


Pensieri sparsi copiati e incollati dal taccuino di SPAL-Lecce 1-0

Nel taccuino della gara di ieri a Ferrara ho disegnato un albero di Natale. Molto piccolo. Con i classici doni natalizi sotto. Molto piccoli. E appese le classiche palle. Alcune rotte. Tutto ridimensionato insomma rispetto al Natale che ci aspettavamo. La sconfitta di ieri, guardando la classifica, pone il Lecce proprio sul bordo fra la zona play-off e l’oblio. Posizione davvero ridimensionata e che fa ridimensionare le nostre (attuali) ambizioni. Il tutto al netto di una gara, quella contro la SPAL, che paradossalmente il Lecce avrebbe potuto vincere e non ci sarebbe stato nulla da dire. Sarebbe bastato che, sul punteggio ancora bloccato, Coda avesse sfondato rete e stadio nelle due facili-facili, comode-comode, occasioni capitate sui suoi piedi davvero poco caldi-caldi. Oltre ogni disquisizione tattica, ieri i giallorossi si sono presentati un con 3-5-2 che è sembrato soluzione percorribile contro determinati avversari, sembra che siano sempre e solo gli errori individuali a condannarci (madornale quello di Paganini sul gol degli uomini di Marino e madornale quelli di Coda di cui sopra). Lo abbiamo sempre detto: la prolificità dell’attacco ha tenuto in piedi una squadra che, bene o male, un gol lo prende sempre. Se Corini è tradito dai suoi attaccanti non sembra avere (oggi) scampo perché il Lecce non è certo ermetico come la SPAL che ha subito la metà delle nostre reti.

Gestione Falco: Corini è persona corretta e leale. Pertanto c’è qualcosa che non conosciamo ma che giustifica (se li giustifica) quei pochi spiccioli di minutaggio visti anche nella gara di ieri.

Nel complesso queste gare ravvicinate stanno creando risultati anomali nella serie cadetta. Ritmo serrato sembra iniziare a far rima con stanchezza fisica e mentale di molte formazioni. Non sembra accorgersene solo il Cittadella che vince anche schierando le seconde e terze linee. Non sembra accorgersene la Salernitana che continua a vincere contro avversari e scetticismo.

Passate i giorni natalizi ridimensionati si torna in campo domenica 27. Al Via del Mare arriva il Vicenza. Mi raccomando panettoni ridimensionati, grazie.




scritto da Diego Consales- Caporedattore leccesidentro.it

Tutti i diritti relativi ai testi pubblicati dai collaboratori e moderatori del sito appartengono al sito stesso. E' consentita - senza necessità  di autorizzazione - la riproduzione e la citazione con l'obbligo dell'indicazione della fonte, compreso l'autore del testo. Per tutte le altre utilizzazioni, è indispensabile una richiesta di autorizzazione inviando una mail allo Staff di LD

Visite: 135 | Stampa: 2 | Voti: 66% (3 tot.)
Aggiungi un segnalibro a questa pagina Vota Referer di questa pagina Segnala un errore al webmaster