Categoria: Articoli di D. Consales
Ambizioni residue vs ambizioni inattese 09:27 - 1 Marzo 2019




26^ giornata di Serie B
Sabato 3 marzo ore 18.00
Stadio Renzo Barbera
PALERMO-LECCE

Palermo è attualmente la realtà più controversa del panorama cadetto. Una squadra costruita per vincere, anzi stra-vincere, la stagione e una situazione societaria da far rabbrividire, anzi stra-rabbrividire. Le ultime voci parlano di 47 milioni di debiti e una serie di certificazioni mancanti o scorrette. Il tutto con una serie infinita di personaggi (alcuni di pura fantasia) che hanno preso e mollato le cariche aziendali. In questo scenario navigano a vista i rosanero allenati da Stellone. Con un potenziale (soprattutto offensivo) capace di far detonare ogni sfida ma con una classifica che recita “terzo posto” con un punto in più del Lecce di Liverani. Al Barbera andrà dunque in scena un impronosticabile (ad inizio stagione) big-match che diverrà test di ambizioni residue e ambizioni inattese.

All’andata il Palermo si impose solo grazie ad una panchina “pesante” che intervenne per sbilanciare gli equilibri. Ma forse fu una sconfitta che fece intuire come il Lecce avrebbe potuto giocarsela con tutti se lo aveva fatto contro i più forti. Ad un girone di distanza ci presentiamo in terra siciliana con una sensazione che è divenuta consapevolezza. Basta chiedere al Verona a cui mercoledì abbiamo preso il sesto punto su sei a disposizione.

I numeri dicono che dopo mercoledì siamo salvi matematicamente e che la quota per “toccare” i play off si aggirerà intorno ai 52 punti. Mancosu ha rivelato in conferenza stampa che la squadra si è mentalmente messa in marcia verso questo nuovo obiettivo da dopo la sosta di campionato a gennaio. Ora si può partire sogni in spalla.
Visite: 126 | Stampa: 2 | Voti: 50% (2 tot.)
Aggiungi un segnalibro a questa pagina Vota Referer di questa pagina Segnala un errore al webmaster