Categoria: Articoli di D. Consales
Due lampi in laguna fanno 1-1 08:43 - 12 Febbraio 2019


Arrivare al Penzo di Venezia è sempre una esperienza di quelle che ti guardi indietro e dici “ma che posto assurdo è questo”. Il secondo più antico stadio d’Italia accoglie il Lecce e i suoi tifosi che sbarcano dietro la curva ospiti come i pirati dei caraibi. Ma questa volta, anche se il cielo sulla laguna regala strane tinte giallorosse, non ci sarà nessun atto corsaro.

Il Lecce non va oltre un pareggio maturato nel giro di un fulmine nella ripresa. Nel giro di 30 secondi Citro e Palombi trovano la concretezza che le rispettive squadre non avevano trovato in un tempo intero. Il Venezia recrimina per non aver nemmeno avuto il tempo di investire sul vantaggio trovato, il Lecce recrimina per essersi trovato addirittura sotto di una rete dopo un primo tempo dominato, con il pallino del gioco sempre in mano e con gli avversari costretti a “resistere” facendo catenaccio fra le mura amiche. Ma se esiste un limite al Lecce di oggi si è palesato ancora una volta ieri in laguna: enorme mole di gioco a memoria a tratti spettacolare che però non viene finalizzato a dovere. Poi è semplice parlare a risultato acquisito: a parità di prestazione forse parleremmo in modo diverso se avessero avuto sorte diversa i due pali colpiti da Venuti e Calderoni o se sul primo l’arbitro avesse fischiato rigore nel secondo tempo. Esattamente così come il Venezia parla della parata-salva-risultato di Vigorito. E’ il calcio. Alla fine un pareggio giusto, forse “strettino” per il Lecce, che fa perdere un po’ di terreno in classifica, ma che bisogna accettare con il giusto equilibrio perché il Lecce è comunque venuto per imporsi.

Piccole note sui singoli: Tachtsidis finchè è stato in campo ha dominato la scena del centrocampo, Petriccione ha imparato in fretta a girargli intorno per non perdere a sua volta la stessa scena, Mancosu ha regalato una mezz’ora sontuosa, Haye ancora non riesce a far incidere le sue indubbie doti, Tumminiello (all’esordio) fin troppo impalpabile per essere vero.
Saluti lagunari


CLICCA QUI PER LA SINTESI DI VENEZIA-LECCE 1-1
Visite: 130 | Stampa: 5 | Voti: 50% (2 tot.)
Aggiungi un segnalibro a questa pagina Vota Referer di questa pagina Segnala un errore al webmaster