Leccesidentro News
Stampa Stampa Nascondi immagini Nascondi immagini Mostra immagini Mostra immagini Torna al record Indietro
[Versione per la stampa]
Categoria: Articoli di D. Consales
Non voglio riparare 12:22 - 8 Gennaio 2019


Odio da sempre il "mercato di riparazione". Quello che a gennaio cambia le carte in tavola. E’ una cosa del tutto personale, sia chiaro. Lo odio da quando ho ricordi legati al calcio. Lo odio da quando non sopportavo vedere le figurine panini trovate a dicembre che diventavano “sbagliate” nel giro di un mese. Lo odio da quando non sopportavo veder partire a metà stagione giocatori a cui mi ero affezionato (ricordate Bojinov a una manciata di secondi dalla chiusura?). Lo odio da quando trovavo assurde quelle situazioni in cui un giocatore giocava da avversario una gara contro una squadra e la settimana seguente indossava i colori proprio di quella squadra. Lo odio perché sono un inguaribile romantico del calcio e la formazione del mio Lecce deve essere quella dalla prima all’ultima giornata, nel bene e nel male.

Odio da sempre il mercato di riparazione. Forse perché non ho ricordi per amarlo. Devo scavare fino al lontano 2004 per ammettere che l’arrivo a metà stagione del trio Sicignano-Bolano-Franceschini fece cambiare le sorti di una annata. Ma non mi basta.

Odio da sempre il mercato di riparazione. Perché temo che possa far mutare i difficili equilibri su cui si reggono le formazioni. Equilibri tattici e psicologici che ci è voluto un intero ritiro e un intero girone per consolidare. Lo temo soprattutto in situazioni come quella attuale, in cui una squadra ideata per salvarsi è divenuta lo “spauracchio” del campionato finendo quarta al giro di boa. Ammetto che per sognare in grande servirebbero qualche aggiustamento e qualche alternativa in determinati ruoli. Ma preferirei non averli pur di fermare questo fastidioso canto di sirene che invita i nostri migliori giocatori verso migliori (?) sponde. In una gara fra interessi economici (perchè di questo parliamo) e sogni di noi tifosi. Con i procuratori unici ad andare sempre e comunque a nozze. Non so chi perderemo (Mancosu? Lucioni?). Non so chi guadagneremo. Anche se saranno più forti lo odierò comunque.



scritto da Diego Consales- Caporedattore leccesidentro.it

Tutti i diritti relativi ai testi pubblicati dai collaboratori e moderatori del sito appartengono al sito stesso. E' consentita - senza necessità  di autorizzazione - la riproduzione e la citazione con l'obbligo dell'indicazione della fonte, compreso l'autore del testo. Per tutte le altre utilizzazioni, è indispensabile una richiesta di autorizzazione inviando una mail allo Staff di LD



Visite: 199 | Stampa: 7 | Voti: 50% (2 tot.)
Pagina proveniente dal sito http://www.leccesidentro.it/news