homepageimmaginivideo
Oggi è sab mar 23, 2019 2:25 pm

Tutti gli orari sono UTC +1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 112 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mag 04, 2007 5:01 pm 
Non connesso
leccese dentro
leccese dentro

Iscritto il: ven mar 03, 2006 5:09 pm
Messaggi: 1407
probabilmente molti di voi erano piccolini ma ricordo a tutti che :
IN UN DERBY QUANDO MORI' BARETTI (PRESIDENTE DI LEGA) GLI ULTRAS DEL BERI FECERO " dio perchè baretti e non jurlano???".POI RICORDO A TUTTI CHE QUEL CHE FARANNO A NOI INTERESSA ZERO. TERZO. PARLI CHI VIENE A BARI. GLI ALTRI TASTIERISTI FINO A DOMANI TACCIANO. POI RIPRENDETE A CIARLARE. GRAZIE. NON E' UN COMANDO , OVVIAMENTE. E' SOLO UNA PREGHIERA.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mag 04, 2007 6:03 pm 
Non connesso
leccese dentro
leccese dentro

Iscritto il: gio gen 26, 2006 9:10 pm
Messaggi: 2682
vincere il derby, questo derby, sarebbe il miglior saluto al grande Franco Jurlano. vincere, senza troppe chiacchiere.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mag 04, 2007 7:26 pm 
Non connesso
leccese dentro
leccese dentro
Avatar utente

Iscritto il: mar dic 19, 2006 10:55 am
Messaggi: 2720
ero in macchina a verona quando ho appreso la notizia dalla radio..
che tristezza...
ciao presidente!!! :cry: :cry:


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mag 04, 2007 9:31 pm 
Non connesso
leccese dentro
leccese dentro
Avatar utente

Iscritto il: gio apr 15, 2004 2:03 pm
Messaggi: 2077
Località: Moncalieri (TO)
questo è l'articolo che parla dei funerali di Jurlano... tratto dal Corriere dello Sport

Ieri i funerali per il presidente della prima promozione in serie A: tutti stretti intorno alla signora Franca
Dal sindaco a Semeraro, da Pasculli a Garzya
Lecce in lacrime per l’ultimo saluto a Jurlano


LECCE - Lo ricorderan­no tutti come il presi­dente della prima pro­mozione del Lecce in se­rie A. Nel cuore dei tifo­si, Franco Jurlano, sarà soprattutto l'uomo che ha concretizzato il loro sogno. E ieri pomeriggio ai suoi funerali, nella chiesa di San Giovanni Vianney di Lecce, in tanti hanno voluto dimo­strargli riconoscenza. Anche i ' Ragazzi del Nord del 1981' con i quali Franco Iurlano eb­be accese discussioni, si sono stretti attorno alla signora Franca Leone, moglie adorata del ' pre­sidente', ai figli Corrado e Giuliana, ai fratelli To­nino, Angelo ed alla so­rella Elisabetta ed a tut­ti i parenti. Per molti é stata l'ultima occasione per manifestargli l'ap­prezzamento e la stima che, come diceva ieri mattina il presidente della Provincia di Lec­ce, Giovanni Pellegrino, avrebbe meritato in vita e che, spesso, gli erano stati lesinati per il suo carattere brusco e per la capacità di dire sempre e comunque quello che pensava. In mattinata, Franco Jurlano è stato ricordato dal Consiglio Provinciale, riunito ieri a palazzo dei celestini, con un minuto di racco­glimento.
Il rito funebre è stata of­ficiato da Don Damiano Madaro, padre spiritua­le del Lecce, alla pre­senza di numerose auto­rità e rappresentanti istituzionali. Tra i pre­senti, il sindaco di Lec­ce, Adriana Poli Borto­ne, la vice presidente della Provincia, Loreda­na Capone, l'ex governa­tore della Regione, Raf­faele Fitto. Molti anche i suoi più stretti collabo­ratori nei 18 anni di pre­sidenza: Franco Lezzi, consigliere di ammini­strazione, il fidatissimo Mimmo Cataldo, diret­tore generale della so­cietà, Enzo Delli Noci che ne era stato il segre­tario generale. Il dottor Vito Tisci, presidente del Comitato Pugliese della FIGC, ha parteci­pato in rappresentanza del presidente naziona­le Abete.
Per l'U.S. Lecce, il presi­dente Giovanni Semera­ro con il segretario ge­nerale, Adolfo Storace, il responsabile del setto­re giovanile Luigi Dimi­tri ed una rappresentan­za di calciatori della for­mazione ' primavera' in tuta, guidati dall'allena­tore Claudio Luperto. Molto numerosi gli ex calciatori giallorossi: Pedro Pablo Pasculli, Aldo Sensibile, Ezio Candido, Fortunato Lod­di, Tonino La Palma, e poi i giovani leccesi lan­ciati nel grande calcio durante la sua gestione: Gigi Garzya, Roberto Rizzo, Sandro Morello, Walter Monaco. Notata anche la presenza degli ex arbitri Giancarlo Pi­randola e Michele Ser­vello e del dottor Sante Morello, già commissa­rio dell'U. S. Lecce.
La all'abbraccio finale hanno partecipato, so­prattutto, i tifosi del Lecce che Franco Iurla­no ha amato fino all'ulti­mo istante della sua vita. Toccanti le parole che don Damiano Madaro, nella sua omelia ha ri­volto al presidente Iur­lano : « Grazie per tutto quello che hai donato al­la città, al Salento ed al calcio. Grazie per quan­to hai donato a tutti an­che al di fuori del mon­do del calcio. Grazie presidente dei leccesi » .

Poi l'ultimo scrosciante applauso, all'uscita dal­la chiesa. L'addio dei ti­fosi al presidente della prima promozione del Lecce in serie A, all'uo­mo che seppe realizzare il loro sogno. Il senatore Alfredo Mantovano ed il presidente della Provin­cia di Lecce, Giovanni Pellegrino, hanno chie­sto, congiuntamente, al sindaco di Lecce di inti­tolare a Franco Jurlano lo stadio di via del mare.
l.m.

da http://www.corrieredellosport.it


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mag 04, 2007 9:43 pm 
Non connesso
leccese dentro
leccese dentro
Avatar utente

Iscritto il: gio apr 15, 2004 2:03 pm
Messaggi: 2077
Località: Moncalieri (TO)
questi sono altri 2 articoli presi dal corriere di ieri...

Addio Jurlano, papà del Lecce
Semeraro: Era un personaggio unico che ha fatto tanto per il nostro calcio

di Elio Donno
LECCE - La notizia si è diffusa in un baleno, passando di bocca in bocca in Piazza S.Oronzo ed in Piazza Mazzini, abituali luo­ghi di ritrovo dei tifosi:«E' mor­to Franco Jurlano». Sì, per­ché per tutti, lui era Franco, uomo del popolo, cresciuto nel quartiere S.Rosa, che, con i tifosi, aveva instaurato un costante rapporto dialet­tico di 'amore-odio' litigando spesso ma poi dialogando e brindando con loro.
Subentrò con una cordata nella quale vi era anche Gio­vanni Semeraro nel 1976 nella guida societaria, ponendo fine alle gestioni commissariali che si erano alternate nel Lecce.Ma Semeraro si allontanò poco do­po salvo ad acquisire la maggio­ranza azionaria nel '94 «Aveva­mo due caratteri diversi -ricor­da Semeraro - lui esuberante, ansioso, io piu' freddo e riflessi­vo. Comunque, era un perso­naggio unico. Ho sempre ap­prezzato quanto ha fatto per il calcio leccese».
18 ANNI AL COMANDO - E' stato in plancia di comando 18 anni,assieme al ds Mimmo Ca­taldo, col quale si integrava a vi­cenda: due caratteri diversi ma assimilati: irruento Jurlano, ri­flessivo e temporeggiatore Ca­taldo, cui delegava totalmente le fortunate scelte tecniche.
Salutò da Presidente la prima promozione del Lecce in serie A.Correva il 1985. In panchina c'era Eugenio Fascetti. Lo sta­dio di via del mare, completato negli anni '70 era inadeguato. Fece fuoco e fiamme ed ottenne dal Comune che fosse rifatto in 100 giorni. Quando l'impianto riaprì i battenti guidò il suo amico Costantino Rozzi, la cui impresa aveva eseguito i lavori, in un giro di campo.
In un'epoca in cui non vi era la legge Bosmann ma non manca­vano i Presidenti mecenati or­ganizzò un modello societario autarchico, chiedendo ed otte­nendo contributi a Comune e Provincia, utilizzando proventi pubblicitari e guidando, tra i Presidenti, quella che fu defini­ta la rivolta contro Rai e Toto­calcio. Si vantava di aver co­stretto la Rai a pagare per le ri­prese e le cronache («sennò-mi­nacciava - voi non entrerete ne­gli stadi e noi andremo alle emittenti privater») così come guidò l'azione per l'aumento dei proventi del Totocalcio.
Fu consigliere di lega e consi­gliere federale e una volta per eccesso di generosità, fu prota­gonista di un insolito episodio: seguì da una panca al di qua della recinzione una gara del Lecce (cosa non consentita ad un consigliere federale). Dopo il gol del Lecce svenne e la sua foto in barella, nel recinto del campo, fece il giro dei giornali. Fu squalificato.
Era solito svegliare Cataldo alle sei di mattina quando - di­ceva - «la notte porta consiglio» ; così come era soli­to di prima mattina chiamare i giornalisti per chiedere di ri­portare sue dichiarazioni o per commentare pezzi che non condivideva.
Sanguigno, passionale quanto generoso, si imbronciava dopo un litigio, ma si commuoveva quando poteva stringere la ma­no a chi aveva con lui discusso animatamente.
Se ne va insomma un perso­naggio unico, un uomo che se­gnò la fine delle gestioni pre­carie alla guida del Lecce. Quasi vent’anni sino al '94. E' come se fosse ieri Il Presidente della Provincia Giovanni Pellegrino ha detto che con Jurlano se ne va «un pezzo importante della vita cit­tadina che non ebbe per intero l'apprezzamento che avrebbe meritato. Di lui ricordo la ge­nerosità, l'impegno nel lavoro, la forza che aveva nel supera­re ostacoli che sembravano insormontabili».

Fu presidente dal 1976 al 1994
La scomparsa di Jurlano portò il Lecce per la prima volta in A
di Elio Donno
LECCE - E' morto ieri se­ra, nell'Ospedale di Lec­ce, il Gr.Uff. Franco Jur­lano, presidente del Lec­ce dal 1976 al 1994. Ave­va 79 anni e da tempo lot­tava con grande forza di carattere con una malat­tia che, quando si presen­tò, lo indusse a lasciare la presidenza del Lecce.
Jurlano, as­sieme al ds Mimmo Catal­do, che fu pre­zioso collabora­tore e consiglie­re, ha legato il suo nome alla storia del calcio giallorosso per circa 20 anni.
Protagonista della prima sto­rica promozio­ne del Lecce in serie A, nel 1985, allenatore Fa­scetti, si vantava di aver sempre tenuto la squadra nei campionati professio­nistici. Riuscì a gestire la società col provento degli incassi, con contributi di enti e associazioni, con un sagace utilizzo dell'im­magine e con una cura del vivaio: giovani come Moriero e Conte, poi giunti in Nazionale, furo­no allevati tra i giovani leccesi. A ciò si aggiunse l'abilità di Cataldo nel tesserare giovani scono­sciuti che, valorizzati, consentivano di quadrare i bilanci. « Se ne va un grandissimo Presidente », è stato il commento del sindaco Adriana Poli Bortone. « Ho il ricordo vivissimo di una figura effervescente - ha detto -
addirittura esuberante in certi casi, co­munque un vero appassionato di calcio e un grande compe­tente di questo sport. A lui ogni tifoso leccese resterà legato per sempre. Del resto, passerà alla storia gial­lorossa come il presidente della prima storica promozio­ne in serie A. E c'è un aspetto da non dimenti­care legato alla sua qua­si ventennale gestione: quello di aver creato una società fucina di giovani talenti, molti dei quali approdati in Nazionale. Praticamente una gene­razione di fenomeni. Con la morte di Jurlano se ne va un pezzo di storia di questa città e della sua squadra di calcio » .


qui una foto di Jurlano (nella foto a sinistra) insieme con Farina (presidente del Modena), Ceresini (Parma) e Dino Viola (Roma). Un’immagine che risale al dicembre 1986

Immagine

e qui un'altra foto

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab mag 05, 2007 7:48 am 
Non connesso
leccese dentro
leccese dentro
Avatar utente

Iscritto il: ven gen 27, 2006 11:11 pm
Messaggi: 40347
Località: copertino!!
ciao presidente


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab mag 05, 2007 8:25 pm 
Non connesso
leccese dentro
leccese dentro
Avatar utente

Iscritto il: mer ago 24, 2005 7:23 pm
Messaggi: 23884
Località: in un'auto parcheggiata in doppia fila davanti ad un "qualsiasi" passo carrabile
Nattydread ha scritto:
ultrà io penso che buona parte dello stadio applaudirà il minuto di silenzio


hai pensato malissimo purtroppo

li odio con tutto il cuore sti trmon (o come minchia si scrive)

_________________
CAMPIONE FANTALD 2010/11

"morirete pazzi" (cit.)

Link ===>> Lega FantacalcioLD


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 112 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8

Tutti gli orari sono UTC +1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it